Cosa serve davvero per Lavorare nel Mondo Digitale

La Crisi, il Lavoro che manca, le possibilità che sembrano non esserci per nessuno. Sembrano essere queste la realtà di oggi e le prospettive  per i giovani. La verità è che il Mondo Digitale ci dà spazio, libertà e grandi occasioni che vanno sapute creare e poi prese al volo. Sul Web ci sono storie e ci sono passioni, ci sono persone che diventano noti professionisti e piccole imprese che si trasformano in grandi aziende. Perché se mettiamo nel Mondo Digitale i giusti ingredienti e mescoliamo, possono nascere grandi cose, soddisfazioni e traguardi.  

C’era una volta la Passione. No, forse sarebbe meglio iniziare con un incipit diverso: c’era una volta una professione. Ma quale? Quella di lavorare con Internet ogni giorno, sfruttando al massimo il potenziale del World Wide Web. È un mondo a sé, ma la verità è che la prima cosa che abbiamo scritto serve eccome. La passione è un perno verso gli obiettivi, ma anche una spinta incredibile per trovare motivazione, idee, la voglia di alzarsi al mattino e accendere al più presto il PC. Una buona tazza o tazzina di caffè e si parte. Con un click, entriamo nel mondo digitale.

lavoro nel mondo digitale

Sono sempre di più le persone che si avvicinano al web per crearsi una Professione e che trovano su Internet la loro strada. Alcuni vendono prodotti e servizi di altri, alcuni mettono in evidenza le loro competenze. Eppure, se non c’è Passione non c’è Motivazione, se non c’è passione non ci sono idee, se non ci sono idee possiamo accendere il computer e la nostra mente si potrà tramutare in uno schermo bianco e muto. Perciò, certamente, per lavorare nel mondo digitale abbiamo bisogno di una Passione e di uno Scopo.

Le persone non comprano ciò che fai, comprano il perché lo fai. Simon Sinek Condividi il Tweet

Da cosa nasce cosa, ma cos’altro ci serve per lavorare nel Mondo Digitale?
Una volta trovata la nostra passione, possiamo decisamente tramutarla in un Mestiere. Ci sono tantissime persone che ce l’hanno fatta: perché non dovremmo riuscirci anche noi? Partendo da questo presupposto, facciamo già un passo avanti verso l’obiettivo, in ogni contesto. C’è chi ama creare siti Web, ottimizzare i contenuti pubblicati su Internet o scriverne altri, promuovere aziende, sfidare Google con la SEO e usare tutte le migliori strategie di Web Marketing giorno dopo giorno.

Poi, ci sono coloro che, invece, usano il web per parlare con un pubblico più ampio, condividere idee e prodotti artigianali, spiegare e condividere mestieri, abilità, metodi intelligenti su qualunque cosa e chi ne ha più ne metta. Il Web ci dà spazio e, soprattutto, libertà, e i limiti da rispettare sono pochi. La netiquette e il buon senso non sono così differenti come si possa pensare.

Ora dobbiamo partire e iniziare a darci da fare. Scegliere un obiettivo principale ed elaborare gli step che ci possono aiutare a raggiungerlo, suddividendo il traguardo finale in tanti piccoli traguardi. Si parte dall’obiettivo principale – “cosa voglio fare?” – e poi si risponde alla domanda “cosa mi serve per raggiungere questo obiettivo?”.

E così da ogni idea nascono altre idee. È un circolo virtuoso naturale che si attiva e, fin quando ci sono voglia e motivazione, non si interrompe. Magari, all’inizio, non ce ne rendiamo conto, ma quando si prende il via e si raggiungono i primi traguardi, la nostra mente ne crea automaticamente molti altri.

Scegli il lavoro che ami e non lavorerai mai, neanche per un giorno in tutta la tua vita. Confucio Condividi il Tweet

amo il mio lavoro nel mondo digitale

Tuttavia, per creare un buon piano d’azione e per lavorare nel Mondo Digitale con successo, è necessario avere fiducia in se stessi e aver voglia di superare paure o limitazioni.
Non ce la posso fare” è una frase che deve assolutamente scomparire dalla nostra mente! Altrimenti, ci siamo già abbattuti in partenza.

E non dimenticarsi mai che abbiamo sempre molto da imparare. Blog, WordPress, domini, SEO, algoritmi, contenuti di valore, email marketing, social media, parole chiave, ecc. E’ necessario darsi da fare e studiare, conoscere e scoprire: quando ci sono passione, motivazione e volontà tutto diventa più facile, la nostra mente si apre e assimila tutto più velocemente.
È un dato di fatto: per lavorare nel Mondo Digitale, non dobbiamo mai smettere di imparare. Non possiamo. È un mondo a parte che si evolve e che corre più veloce del tempo, ed è assolutamente necessario cavalcare l’onda e restare aggiornati, se non vogliamo ritrovarci spiaggiati. Questo ve lo possiamo dire per esperienza.

Obiettivi, pianificazioni e, infine, azione. Una continua azione. Il Mondo Digitale si muove continuamente e anche chi ci lavora deve fare lo stesso. Attenzione, però: non è una corsa o una sfida che ci macina e ci stressa giorno dopo giorno. È uno stile di vita.
Lasciatevi guidare dalle esperienze di altri che hanno fatto un percorso simile a quello che vorreste fare e lasciatevi motivare da coloro che nel mondo digitale ci si sono già tuffati a capofitto.

Passione e Motivazione? Le nostre storie.

Tutto è nato da un piccolo input di passione per la scrittura. È cresciuto con il tempo e forse in ritardo. Poi è arrivato il primo lavoro. Scrivere per qualcun altro sarebbe stato incredibile! In seguito, è cresciuta l’idea di un piccolo blog con una grafica scarsa, ad oggi migliorato, ma mai perfetto.
Quell’imperfezione fa però la differenza: lo rende umano e capace di attirare persone che, stimolate dalla curiosità e dalla voglia di un cambiamento, cliccano sul link e leggono quello che scrivo o quello che oggi anche altri scrivono sulle mie pagine web.

Ciò che prima era solamente un hobby, attualmente è un lavoro a tempo pieno, che mi porta soddisfazione sia da un punto di vista economico che per quanto riguarda la mia crescita professionale, la mia crescita personale e quella mia passione. Ho letto studiato, sbagliato e fatto scomparire il mio sito più di una volta. Poi ho studiato ancora, riprovato e l’ho fatto riapparire. Ad oggi è ancora lì e i lettori aumentano costantemente.

Questa è la mia storia. Susanna Soliman, scrittrice, blogger e copywriter. Grazie a Internet, a questo Mondo Digitale che non smette di rinnovarsi, grazie anche all’amato e odiato Google.

Leggendo la storia da un punto di vista esterno, non posso fare a meno di dire che una persona così non poteva far altro che incontrare un’altra persona così.
C’è chi scrive e c’è chi fa tutto il resto. Non esiste sito Web senza un mix di abilità che si incontrano per tirare fuori qualcosa di unico che può diventare migliore ogni giorno.

Così, ecco Giuseppe Barbagallo, che abbandona le garanzie del tanto nominato “posto fisso” e crea Good Working. Si è reinventato dando vita alla sua Co-working Web Agency e offrendo servizi di SEO Optimization, Online Advertising, Social Media Marketing e molto altro. La sua voglia di crescere professionalmente, di muoversi in libertà e di non mettere freni alla sua testardaggine (altra cosa che serve per lavorare nel Mondo Digitale!) lo hanno portato sul Web per ottenere la sua indipendenza. All’inizio, anche per Giuseppe non è stato semplice capire come muoversi, né tanto meno come mettere in piedi la libertà creata. Oggi, insieme, io e lui collaboriamo per rendere il Web un posto migliore.

Spesso, grandi imprese nascono da piccole opportunità. Demostene Condividi il Tweet

SEO Specialist e Co-Founder della web agency Good Working. Appassionato di informatica e tecnologia sin dai tempi del seggiolone. Si occupa di SEO e Web Design, soprattutto (e non solo) nel settore sportivo.
Web Site: www.goodworking.it
Giuseppe Barbagallo

44 thoughts on “Cosa serve davvero per Lavorare nel Mondo Digitale

  1. OTTIMO pezzo…..Grazie cara!!!! Bravissimo Giuseppe Barbagallo. Chi collabora con Te a questo grande blog ha tanta passione che sa trasmettere a noi tutti che abbiamo il privilegio (non solo della Tua amicizia), ma di leggerTi!!!

    1. Caro Aldo,
      il post è solo ospitato da me, come hai visto: Giuseppe Barbagallo e Susanna Soleman di GoodWorking hanno scritto l’articolo.
      Quello che amo di questo pezzo è che può essere applicato a qualunque “mestiere”, non solo a chi lavora su Internet.
      Sono stati molto bravi!

      Grazie mille per la tua presenza preziosa tra i miei commenti
      un abbraccio

    2. Aldo, ti ringrazio infinitamente. Noi “operatori del web” abbiamo due compiti fondamentali: aggiornamento e condivisione. Abbiamo la necessità di essere sempre informati ed aggiornati, la rete ci offre grandi opportunità e risorse preziose, ed è l’unico modo per sopravvivere nella “jungla del web” ed essere sempre sul pezzo. Inoltre è fondamentale l’aspetto più umano, abbiamo il compito di condividere, divulgare le informazioni, quindi un ruolo sociale. Tenere il sapere per se stessi, sul web, equivale ad un fallimento.

      1. “Tenere il sapere per se stessi, sul web, equivale ad un fallimento.”
        Una frase da stampare!

        Che bella 🙂

      2. Concordo assolutamente, Giuseppe…, grazie ancora a Te, Susanna e Francesca che vi ha ospitati, un abbraccio grandeee….

  2. Non lavoro nel mondo del digitale, ma credo che questo articolo sia di interesse per chiunque. Passione costanza, impegno sono il motore di qualsiasi professione.

    1. Caro Raffaele,
      sì, anche secondo me è un articolo che può perfettamente dare suggerimenti e indicazioni a qualunque genere di professionista.
      Passione per quello che si fa, costanza nel non “mollare” nelle difficoltà, impegno costante ad imparare sempre, non arrivando mai a pensare di sapere tutto: ecco, queste sono le virtù che decretano il successo di qualsiasi impresa, pubblica o privata.
      E, in più, ne determinano una forte e positivissima credibilità!

      Grazie mille del tuo commento, a presto!

    2. Hai ragione Raffaele: se non ci sono la passione, la costanza e l’impegno, non possiamo costruire nulla! 🙂

  3. Come professionista del Web appena agli inizi questo post è particolarmente utile. Io cerco di imparare da chi ha giá raggiunto il successo!

    1. Cara Angela,

      ho sempre pensato che alzare la mano e chiedere – soprattutto a chi ha già molta più esperienza di noi – dimostri impegno e desiderio di imparare, una forma di umiltà che premia sempre.
      E in questo mestiere lo è ancora di più: l’umiltà e il desiderio di imparare sono il motore che spinge ogni giorno ognuno di noi a …prendere quel caffè e – con PASSIONE – metterci a lavorare!

      Spero che tornerai presto a commentare gli articoli sul mio blog, è un vero piacere,
      grazie!

    2. Angela, innanzitutto grazie per aver letto il post. Il successo a mio parere è quando riesci a stare bene economicamente e mentalmente col tuo lavoro. La strada è dura, ma come scritto nel post, l’unico modo è essere affamati di sapere e allo stesso tempo condividere il proprio di sapere. Grazie ancora 🙂

  4. Non sono affatto esperta di questo mondo, ma mi pare di poter osservare che ciò che serve per creare un impegno nel mondo digitale è quello che serve nel mondo in assoluto: la differenza fondamentale è la velocità con cui si cambia nel digitale, le cose evolvono e bisogna continuamente rivedere le proprie posizioni: Chissà se sbaglio in questa ossrvazione

    1. Ciao Giovanni,
      ti ringrazio innanzi tutto di essere venuto a commentare sul mio blog!

      Hai scritto una sacrosanta verità, che gli autori del post hanno posto #InLuce: a fare la differenza in questo particolare mestiere è la velocità, quella di stare al passo coi tempi.
      Quella di seguire con intelligenza ed emozione i cambiamenti repentini di tutte le situazioni, personali o sociali che siano!
      Velocità, quindi, che diventa costanza di imparare e non perdere mai la motivazione.

      Non sbagli, no, anzi: hai perfettamente ragione!
      Un caro saluto

    1. Ciao Lucrezia,

      direi che la CONDIVISIONE è assolutamente fondamentale per poter lavorare con successo sul Web.
      Anzi, questo mestiere ha un risvolto sociale importantissimo: informare, diffondere e divulgare notizie – convalidate da fonti autorevoli! – e mettersi al servizio degli altri. Sui Social Network se non condividi, non lavori. Non vai da nessuna parte, e certo non impari nulla.
      Di più: condividere, per i professionisti digitali, è proprio la principale PASSIONE!

      un abbraccio a te

    2. Ciao Lucrezia! La condivisione è indispensabile, hai ragione, ma ci sarebbe voluto un altro post per parlarne accuratamente.

  5. Non riuscirei mai a vivere lavorando sul Web. La necessitá di una continua connessione, di un aggiornamento e cambiamentocostante non la reggerei. Sarebbe troppo stressante per me!

    1. Ciao Carmen,

      posso comprendere molto bene il tuo punto di vista.
      Ed è per questo che, al di là di quello che sommariamente si pensa, questo non è assolutamente un lavoro adatto a tutti.
      Non è solo stressante per te, lo è oggettivamente.
      E più volte ho scritto come lo stress può invalidare anche il migliore dei risultati.

      Mi sento di dirti, quindi, che Passione, Motivazione, Impegno, Umiltà e Costanza sono necessari sempre, in qualsiasi professione.
      Non la velocità e non il continuo cambiamento. A questi ultimi bisogna in qualche modo trovare una compensazione o un’efficace strategia di gestione dello Stress.

      A presto e grazie mille per il tuo commento

      1. Carmen, hai ragione, non è facile. Anch’io a volte ho pensato di mollare tutto, ma è impossibile, è ciò che amo fare. L’importante è non rinunciare mai ai propri spazi e alla propria vita “reale”.

        Grazie per il commento, un abbraccio.

  6. Ciao, grazie di questa panoramica: non sono per nulla esperta del web e del suo mondo e non mi figuravo che le cose fossero come vengono descritte. Intuisco però che sia più difficile che nel mondo concreto del lavoro per la velocità con cui , nel mondo digitale, le situazioni e forse anche le persone e il loro modo di essere evolvono,

    1. Sicuramente è come scrivi, AMCG!

      Gli autori di questo Guest Post hanno davvero descritto perfettamente le qualità e le condizioni indispensabili per il lavoro digitale.
      E indubbiamente il “fattore velocità”, la costante necessità di essere connessi sul pezzo, ne sono parte integrante.

      Grazie del tuo commento, spero tornerai presto a trovarmi!

    2. Esatto AMCG, alla velocità della luce.

      L’unico modo è leggere tanto, informarsi e condividere assieme ai professionisti del tuo settore (anche sui social, gruppi, forum) i cambiamenti della rete e trovare la soluzione migliore per reagire ad essi. Google è immenso, ma senza gli utenti, non esisterebbe.

      Grazie per il commento 🙂

    1. Stressantissimo, Andrea,
      e proprio per questo gli autori del Guest Post hanno posto PASSIONE e SCOPO – MOTIVAZIONE -come prime necessarie condizioni per poter “resistere”.
      E “passione” non è qualcosa di astratto: è la voglia e la resistenza insieme, l’impegno e la costanza, di rincominciare ogni mattina.
      Tutt’altro che scontato, direi 😉

      Un caro saluto

    2. Stressante?? Direi di più 🙂
      Serve tanta esperienza prima di riuscire a trovare l’assetto giusto. Anch’io ancora oggi mi trovo in difficoltà a volte nella gestione del lavoro e dei repentini cambiamenti. La soluzione: due ore di palestra e si ricomincia. Una cosa ho imparato, mai rinunciare al proprio spazio di sfogo fisico e mentale. Un abbraccio e grazie 🙂

  7. Non credete che il mondo digitale sia ormai saturo?
    ormai Amazon/alibaba sono i leader del commercio, booking per i voli, le testate giornalistiche o i siti di notizie ormai sono in mano a pochi… c’è veramente spazio per qualcuno?

    1. Cara Flavia,
      inizio a risponderti io, poi arriveranno a commentare anche gli autori del Guest Post.

      Personalmente non penso che il Web potrà mai essere un mondo saturo. Ci lavoro da più di 5 anni e non ho assistito che a cambiamenti, rivoluzioni, novità, nuovi player che scendono in campo, vecchi player che evolvendo muoiono.

      C’è spazio per chi non copia. C’è spazio per chi innova. C’è e ci sarà sempre spazio per chi non si ferma e aggiunge ogni giorno valore. Valore umano e sociale.

      A presto e un caro saluto

    2. Ciao Flavia, secondo il mio pensiero, una cosa in continua evoluzione non potrà mai essere satura. Ovviamente, nel futuro tutto può accadere, ma al momento il web è il pane quotidiano di (quasi) tutti noi. Siamo sempre connessi e siamo in tanti. Essere in tanti è un vantaggi anche per chi decide di lavorare nel mondo digitale. Infatti, una cosa che piace a te, piace ad altre migliaia di persone e lo stesso capita con le cose che non ci piacciono. Perciò, c’è chi ama i leader del web e poi c’è chi ama i più piccoli, facendoli diventare grandi. Quindi, secondo me, il posto c’è e c’è per tutti. Basta sapere come prenderselo e come portarlo ad una costante crescita. Non è facile, ma certamente si può. Grazie mille!

    3. Ciao Flavia, hai ragione ti dico. Saturo di ovvietà. Oggi, come dicono bene Francesca e Susanna, è fondamentale lavorare con passione, creatività e tanta, ma tanta pazienza. Il web premia, ma ci vuole tempo. Mi occupo di SEO in particolare, e per raccogliere i frutti del lavoro serve davvero tanto tanto tempo e un impegno di qualità. Ecco, la qualità credo sia oggi un fattore che possa fare davvero la differenza in un mercato web in parte saturo. Grazie per la lettura ed il commento 🙂

  8. Ho lavorato per una società che vendeva viaggi esclusivamente online, e seppur lavorando in amministrazione mi son resa conto che quello che muove le file sono le spese in marketing sui motori di ricerca e una guerra spietata con i concorrenti sul prezzo.
    Quante possibilità ha per voi una nuova attività commerciale?
    Certo se si parla di idee e di contenuti ormai il mondo digitale è ormai quasi saturo e si fa molta fatica ad emergere, mi sbaglio forse?

    1. Ciao Gianluca,

      ti rispondo con due concetti: Innovazione e Trasformazione Digitale.

      Là dove esistono davvero, c’è e ci sarà sempre spazio per lavorare ed emergere.
      Nonostante la costante concorrenza e la “guerra spietata” del marketing e – non meno – dell’advertising.

      Mi sembri piuttosto esperto in materia, quindi spero che la mia risposta sia esaustiva abbastanza.
      Un caro saluto

    2. Ecco Gianluca, la domanda che aspettavo 🙂
      Sono d’accordo con te, non è facile emergere, affatto. Ma, in base alla mia esperienza, è possibile. Nemmeno un anno fa, ero un dipendente in un’agenzia di comunicazione a Roma. Tutto perfetto, stipendio ed orari fissi, una meraviglia. Ma una vocina ha iniziato a girare nella mia testa e ho fatto danno 🙂 Rinuncio ad un contratto a tempo indeterminato e apro la mia agenzia web.

      Ho messo sul tavolino tutto: tempo, risorse, denaro (parliamo di spicci eh), strategia e dopo nemmeno 12 mesi non posso dire di essere orgoglioso. E’ davvero dura, ma sono arrivate grande soddisfazioni. Ho puntato tutto, assieme al mio socio e collaboratori, sulla qualità e sull’offrire al cliente un rapporto “umano”. Quindi, pianificando e affidandoti a persone competenti e ricche di passione nel proprio lavoro, rispondo alla tua domanda, è possibile emergere. Il web offre possibilità immense e non servono capitali irraggiungibili. Un abbraccio e grazie per aver dedicato del tempo alla lettura del post.

  9. Grandissimi Giuseppe Barbagallo e Susanna Soliman e bravissima anche a te Francesca Ungaro per averlo postato è un bellissimo post, molto interessante e come dici te adatto a tutti i tipi di lavoro, complimenti a tutti 😊

    1. CarGreta,
      il merito è tutto di Giuseppe e di Susanna, io li ho solo ospitati tra le mie pagine del blog.
      Sono felice che ti sia piaciuto e spero possa essere d’aiuto a tanti!

      Un abbraccio per te 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi