I Soldi rendono felici solo se regalano Tempo per sé stessi

Soldi-felicità-tempo libero

I Soldi comprano la Felicità? Una nuova ricerca svela una correlazione nuova tra soldi e benessere, che è data dalla possibilità di riappropriarsi del Tempo libero. Proprio perché nell’assillo odierno – in particolar modo nell’Era Digitale – la corsa quotidiana ha reso il Tempo l’unico vero lusso.

Che i Soldi regalino la Felicità ce lo chiediamo da sempre. Una nuova ricerca dell’Harvard Business School rivela, tuttavia, una variabile nuova nella correlazione tra denaro e benessere, quella del Tempo. Lavoriamo e comunichiamo sul Web a qualsiasi ora, finendo per mangiare quando si può, addormentandoci quando si riesce e correndo sempre. Con la macchina, a piedi, su e giù da un treno, sempre in ritardo e sempre a combattere per qualche minuto in più. Le scadenze del nostro lavoro non ci permettono di rilassarci e anche nei fine settimana – sempre che esistano ancora un sabato e una domenica – siamo costantemente a testa china a controllare almeno le email. Read more

Dalla Rabbia all’Assertività sui Social Network e nella Comunicazione Digitale

la-rabbia

La Rabbia è una delle emozioni più precoci, subito dopo il dolore e il piacere. Ha un significato primario nella storia dell’uomo e del singolo individuo. Oggi, purtroppo, pare sia sempre più espressa nella Comunicazione Digitale e sui Social Network. In quale modo possiamo gestirla perché rimanga funzionale e non diventi solo d’ostacolo alle Relazioni?

Parliamo di un’emozione controversa: la Rabbia.
Uno stato emotivo particolarmente precoce che è, infatti, riscontrabile sia nei bambini molto piccoli che negli animali. È uno stato di attivazione primordiale, con una funzionalità specifica: serve alla difesa. Read more

Tornare al Lavoro: la Sindrome da Rientro nell’Era Digitale

Tornare al Lavoro dopo le vacanze

Tornare al Lavoro: La Sindrome da Rientro consiste in una serie di disturbi fisici e psicologici realmente riconosciuta dalla medicina attuale. Nell’Era Digitale, in cui i tempi di lavoro sono ancora più frenetici, un italiano su due soffre di questo malessere da non sottovalutare. Ecco i rimedi per ricominciare senza traumi.

Siamo partiti per le ferie – sempre che di ferie se ne siano fatte veramente – con l’aspettativa di rientrare avendo fatto il pieno di energia, forza fisica e mentale, riposo, nuove esperienze. Tutti presupposti per tornare al lavoro a pieno regime senza difficoltà. Di più: moltissimi progetti iniziati con l’estate sono stati proprio rimandati a settembre, mese che per molti è più significativo di gennaio per iniziare l’anno. Read more

Andiamo in vacanza, ma Social Network e Web viaggiano con noi

vacanze con gli amici, senza social e web

Finalmente le vacanze sono arrivate e si parte. Una nuova indagine, tuttavia, rivela come – arrivati alla meta sognata – le prime 24 ore siano determinanti per la valutazione dell’intero soggiorno. In quale senso? Solo la garanzia di rimanere connessi alla vita sui Social Network e sul Web deciderà la riuscita delle ferie.

Arrivare al mare e pensare solo al primo tuffo?
Dopo tanta attesa è quello che si potrebbe pensare, ma non è così. Lo fa solo il 19% di un campione vastissimo di persone per le quali è arrivato finalmente il primo giorno di ferie. Una giornata che, per più della metà dei viaggiatori (56%), rimane determinante nella valutazione delle sorti dell’intero soggiorno di vacanza. Ancor prima di partire, in realtà, in fase di check-in o addirittura di prenotazione, l’attenzione è rivolta alla certezza di poter rimanere connessi ad Internet. La vacanza nel suo complesso sarà all’altezza delle aspettative solo con una copertura Wi-Fi durante il primo giorno. Read more

Quali e quante forme di Intelligenza esistono? La Scienza se lo è chiesto e risponde

forme di intelligenza

Sei Intelligente? La risposta giusta è Come, non Quanto. Esistono, infatti, ben nove forme di Intelligenza, particolarmente differenti tra loro, ognuna delle quali riporta all’attivazione di zone cerebrali specifiche. Ciascuno di noi ha competenze e abilità che nascono da una connessione e fusione di queste eterogenee – e spesso discordanti -Intelligenze.

Non esiste un unico modello di Intelligenza umana, e forse questo non tutti lo sanno.
Perché ci si riferisce alle capacità cerebrali fondamentalmente dal punto di vista quantitativo. E, quindi, tutti a misurare il proprio Quoziente Intellettivo. Read more

Per un buona Memoria, ricordati di Dimenticare! La Scienza indaga l’Oblio

Dimenticare fa veramente bene

Dimenticare fa bene al cervello. Sembra un controsenso, ma le ricerche scientifiche rivelano come la nostra memoria possa aumentare e diventare molto più funzionale se ci ricordiamo di dimenticare. Analizziamo meglio il fenomeno, soprattutto nell’Era Digitale dove l’overload di informazioni è senza sosta.

E’ un periodo in cui ti accorgi di perdere tutto?
Una volta sono le chiavi di casa – che regolarmente ritrovi dove sono sempre state -, una volta è il PIN del bancomat, poi addirittura non ricordi bene dove hai parcheggiato l’ultima volta. E le mille password che hai usato per tua sicurezza dimenticandoti di scriverle, pensando che tanto, quelle, come si fa a dimenticarle. E com’è che si chiama quel tipo che hai incontrato per strada? Lo conosci da sempre e non ti viene il nome. Ce l’hai proprio sulla punta della lingua. Ecco, sarà la stanchezza. Read more

L’Abuso dell’Intrattenimento tra le Nuove Dipendenze Digitali

abuso da intrattenimento

Per Binge Watching si intende l’abuso irrefrenabile a rimanere incollati davanti a serie televisive, perdendo il senso del tempo e spesso delle relazioni umane. Oggi l’abuso dell’intrattenimento rientra nelle Nuove Dipendenze create dalla Tecnologia Digitale, poiché esistono piattaforme online su cui le serie TV sono una in seguito all’altra. Cos’è, tuttavia, una Dipendenza? E perché Internet non ne è la causa?

Mi sono trovata nella sgradevolissima sensazione di aver visto tutte le puntate della mia serie televisiva preferita, e no: non vi dirò mai qual è. Poi con un po’ di pazienza, dopo diversi tentativi su Youtube e Netflix, mi sono lentamente affezionata ad una serie differente. E l’emozione è stata quella di sentirmi protetta.

Protetta? mi sono chiesta. Sì perché potevo pensare che dopo il lavoro mi sarei svagata senza delusioni. E senza esserne cosciente, ecco che era già nata una piccola grande Dipendenza. Read more